Hotel 3 Stelle

ARTE


Telefono +39 02.20404010 - E-Mail info@eurohotelmilano.it


PRENOTA IL TUO SOGGIORNO
DIRETTAMENTE QUI SUL NOSTRO SITO
------>

e grazie ai nostri sponsor riceverai, al tuo arrivo in hotel, una bottiglia di vino italiano in omaggio, l’ingresso gratuito per l'area Benessere e Sauna, 50% di sconto sul Minibar in camera, sconti sul prezzo dei biglietti dei mezzi pubblici in Milano e per Rho Fiera, bus turistici Sightseeing e altro ancora.

Guarda l’elenco completo di sconti e omaggi su
"OFFERTA SPECIALE"

Duomo Milano
Duomo - Milano
Iniziato nel 1386, il Duomo rappresenta una grandiosa testimonianza di particolarissimo gotico lombardo. Dedicato a S. Maria Nascente, voluto da Gian Galeazzo Visconti, sorge sul luogo della basilica altomedievale di S. Maria Maggiore. E' una grandiosa costruzione di marmo con una ricchissima fioritura di statue, guglie, contrafforti, archi rampanti, piloni. Le statue sono più di 3.500, compresi i 96 giganti dei doccioni. La chiesa, divisa in cinque navate, è lunga esternamente 157 metri, e larga al transetto 92 metri, con una superficie di 11.700 mq.
Museo Duomo Milano
Museo del Duomo
Contiene la documentazione più viva e diretta delle origini e delle fasi salienti della celebre costruzione, le testimonianze più singolari della sua lunga vita: studi, disegni, progetti originali di riforme e completamenti.
Palazzo Reale
Palazzo Reale
Nel 1138 sull'area attuale sorgeva il Broletto Vecchio, l'antica sede comunale. Il palazzo divenne poi dimora del Torriani, dei Visconti, e subì vari rimaneggiamenti al tempo degli Sforza. Vi abitarono i governatori spagnoli e l'arciduca Ferdinando d'Austria, che ordinò a Giuseppe Piermarini, l'architetto della Scala, il rifacimento di parte del palazzo. Attualmente è sede di musei e di esposizioni temporanee.
Galleria Vittorio Emanuele II
Galleria Vittorio Emanuele II
E' per antonomasia "la Galleria", "il salotto di Milano". La costruzione (1865-1877) è opera dell'architetto Giuseppe Mengoni, che al termine della costruzione vi trovò la morte. A forma di croce, ha i bracci che si incrociano in un ottagono in ferro e vetro; è lunga in direzione nord-sud 196 metri, e in direzione est -ovest 105,50 m., larga 14,50 ed alta 21, con una "punta" di 47 metri al vertice della cupola centrale. In Galleria aprono le loro vetrine, ristoranti, bar, caffè, librerie, negozi di abbigliamento che richiamano milanesi e turisti.
Pinacoteca Ambrosiana
Pinacoteca Ambrosiana
E' il più antico Museo milanese, aperto nel 1618 grazie alla donazione di Federico Borromeo e arricchito da successivi lasciti. Sono visibili capolavori quali: la "Canestra" del Caravaggio, il cartone di Raffaello per la "Scuola di Atene", il "Musico" di Leonardo, la "Madonna del Padiglione" del Botticelli.
Teatro alla Scala
Teatro alla Scala
La sobria costruzione sorge su un lato di Piazza della Scala. al cui centro è il monumento a Leonardo da Vinci, opera dello scultore Pietro Magni (1872). Attorno al basamento sono le statue di quattro discepoli di Leonardo: Cesare da Sesto, Andrea Solari, Giovanni Antonio Boltraffio. Marco d'Oggiono. Di grande interesse è il vicino Museo Teatrale della Scala (indipendente dal Teatro), importante raccolta di cimeli di storia dello spettacolo. Sul lato verso via Filodrammatici, nel 1955 è stata costruita la Piccola Scala.
Museo Teatrale alla Scala
Museo Teatrale alla Scala
Inaugurato nel 1913, dà una visione della nascita del teatro, della sua storia e del suo sviluppo. Recentemente è stato sottoposto a una importante ristrutturazione, come tutto il Teatro del Piermarini. E’ stato riaperto nel 2004 con un nuovo percorso espositivo curato da Pier Luigi Pizzi.
Museo Poldi Pezzoli
Museo Poldi Pezzoli
Preziosa testimonianza del "collezionismo privato" sviluppatosi durante il secolo scorso, la Pinacoteca conserva dipinti di altissimo valore: tra gli altri una "Madonna" del Botticelli, una "Laguna" del Guardi, il celeberrimo "Ritratto di giovane dama" del Pollaiolo nonché la "Sacra Famiglia" di Fra' Bartolomeo e quella del Pinturicchio.
Casa Degli Omenoni
Casa Degli Omenoni
A due passi da Piazza della Scala, risiedono otto personaggi: sono gli otto colossi, detti "omenoni" scolpiti da Antonio Abondio, che ornano la facciata del palazzetto di Leone Leoni, scultore di Carlo V e di Filippo II: l'artista se l'era costruita come propria abitazione verso il 1565, quando si stabilì a Milano dopo una vita avventurosa che lo aveva visto, oltre che alle corti dei re, anche ai remi delle galere. L'edificio conserva le tipiche forme del tardo Cinquecento e l'elegante piano nobile a contrasto con il pianterreno, sul quale risaltano plasticamente le grandi cariatidi.
Villa Belgiojoso Bonaparte
Villa Belgiojoso Bonaparte
La Villa, edificata tra il 1790 e il 1796 nella contrada di Porta Orientale (attuale Porta Venezia), fu commissionata da Ludovico Barbiano di Belgiojoso, a Giuseppe Piermarini, e da lui affidata al suo allievo Leopoldo Pollack. Già nel 1801, la Villa era stata residenza di Gioacchino Murat e della moglie Carolina Bonaparte e più tardi del vicerè Eugenio Beauharnais e di Augusta Amalia di Baviera. A Beauharnais si deve la commissione ad Andrea Appiani dell’affresco raffigurante il Parnaso o Apollo citaredo circondato dalle nove muse, opera capitale per la cultura neoclassica milanese. Altri residenti illustri furono il generale Radetsky e Napoleone III. Oggi la villa ospita il Museo dell’Ottocento.
Castello Sforzesco
Castello Sforzesco
Con la Madonnina del Duomo e il biscione visconteo, altro simbolo di Milano è il Castello, che sorge sulla piazza omonima. Data di nascita del primo nucleo: 1358 -1368, ai tempi di Galeazzo II Visconti. La fronte del Castello è dominata dalla torre detta del Filarete. La residenza abituale dei castellani era la così detta Corte Ducale, un susseguirsi di sale riccamente affrescate e decorate. Il Castello, oggi, accoglie mostre, biblioteche, archivi ed un articolato compesso di esposizioni museali.
Piazza Mercanti
Piazza Mercanti
Tra Piazza Mercanti e Via Mercanti, immediatamente a ovest di Piazza Duomo, un gruppo di edifici offre uno splendido esempio dello sviluppo dell'architettura civile milanese dal Medio Evo al Seicento. In Piazza Mercanti sorge il Palazzo della Ragione o Broletto Nuovo, l'edificio più insigne della Milano dell'epoca comunale. Fu costruito nel 1228 ed è formato da un pianterreno sopraelevato, aperto da tre file di arcate, e da un piano superiore ornato di trifore.
Santa Maria Delle Grazie
Santa Maria delle Grazie
Due firme immortali hanno consegnato alla storia della civiltà questo tempio, che sorge nella piazza omonima: Donato Bramante e Leonardo da Vinci. La chiesa venne costruita tra il 1466 e 1490 su progetto dell'architetto Guiniforte Solari. Tuttavia, qualche anno più tardi, Ludovico il Moro chiamò il Bramante, che ricostruì la zona absidale lasciando il segno della propria arte nella grandiosa Tribuna, esempio di architettura spaziale del Rinascimento.
Cenacolo Vinciano
Cenacolo Vinciano
Famosissimo dipinto di Leonardo Da Vinci, realizzato tra il 1494 e il 1498, su una parete del Refettorio del Convento dei Domenicani di S.Maria delle Grazie, per incarico di Ludovico il Moro.
Basilica di San Marco
San Marco
La chiesa venne costruita attorno al 1254 da frate Lanfranco Settala, nel luogo in cui già esisteva una chiesa dedicata al Santo, in segno di riconoscenza verso i Veneziani che avevano aiutato i milanesi a ricostruire la città dopo le distruzioni del Barbarossa. Sulle sue pareti vi sono affreschi preziosi, uno dei quali, attribuito alla scuola leonardesca (raffigurante una Madonna con in braccio il Bambino, nell'atto di benedire S. Giovannino), scoperto solo recentemente.
Pinacoteca di Brera
Pinacoteca di Brera
Una Galleria Nazionale tra le più famose del mondo. Capolavori della pittura italiana dal XIV al XX sec. Fra i capolavori: la "Pala di Urbino" di Piero della Francesca, lo "Sposalizio della Vergine" di Raffaello, il "Cristo Morto" di Andrea Mantegna, la "Pietà" di Giovanni Bellini, il "Cristo alla Colonna" del Bramante, la "Cena di Emmaus" del Caravaggio. Esistono sei sale dedicate alla pittura italiana tra il Duecento e il Cinquecento.
Basilica di Sant'Ambrogio
Basilica di Sant' Ambrogio
Sedici secoli di storia si riflettono nella basilica di S. Ambrogio (nella piazza omonima), regina e madre delle chiese lombarde. La Basilica, la cui costruzione fu iniziata nel 379 d.C., venne consacrata nel 387 da Sant'Ambrogio, che vi fu sepolto nel 397. L'interno racchiude monumenti, cimeli, reliquie, opere d'arte di 1.600 anni di storia milanese. Di particolare valore sono il portico della Canonica, su progetto del Bramante, l'oratorio di San Sigismondo e il prezioso Tesoro della basilica.
Museo della Scienza e della Tecnica
Museo della Scienza e della Tecnica
Il museo, che offre una ricca documentazione delle realizzazioni del pensiero e della tecnologia, è formato da tre complessi: a) l'Edificio Monumentale, costituito da un antico monastero olivetano del Cinquecento; b) l'Edificio Ferroviario, che accoglie in unico grande ambiente 21 locomotive e locomotori, e vagoni di varie epoche su cinque binari; c) l'Edificio Trasporti Aero-Marittimi, nel quale sono ospitati il ponte di comando del "Conte Biancamano" e la nave scuola "Ebe".
Basilica di San Lorenzo
Basilica di San Lorenzo
Testimonianza importante della Milano romana e paleocristiana, la chiesa si trova sul Corso di Porta Ticinese, di fronte alle sedici colonne romane corinzie appartenenti a un tempio del III secolo, che introducono al sagrato, ove domina una copia bronzea della statua dell'imperatore Costantino. La basilica, il cui impianto originario risale alla fine del IV secolo - inizio del V, dopo innumerevoli incendi e crolli è stata oggetto di numerosi restauri.
Basilica di Sant'Eustorgio
Basilica di Sant' Eustorgio
Il tempio, che dopo S. Ambrogio è il più insigne monumento medievale milanese, si trova nella piazza omonima, nel rione di Porta Ticinese. Eretta forse dal vescovo Eustorgio (315-331), che volle esservi sepolto e vi trasportò le reliquie dei Magi da Costantinopoli, fu rifatta in forme romaniche nel secolo XII. Dietro l'abside si trova la Cappella Portinari, fatta erigere da Pigello Portinari, una delle più notevoli opere del Rinascimento lombardo, costituita da due vani a pianta quadrata, coperti da cupole con una decorazione policroma tipicamente lombarda.

Ospiti camera #2
Ospiti camera #3
Ospiti camera #4
Protected by Verisgn Informazioni protette con certificato SSL 128 bit

OFFERTA SPECIALE !!

SPECIAL OFFER !!

Hotels a Milano - Promozioni

Hotel Eurohotel Milano - Newsletter

Milano Hotels - Social Media

Milano Hotels - Fattura PA